Immaginate una qualsiasi giornata autunnale: la pioggia scende insistente dal cielo, il vento gelido soffia impetuoso, sono le 8:00 di mattina e dovete affrontare una bella, intensa giornata nel caos cittadino.
In queste (tragiche) giornate, il miglior alleato è indubbiamento lo strumento più semplice ma al tempo stesso geniale che l’uomo abbia mai inventato (forse dopo il telecomando) : si, proprio lui, l’ombrello.

SENZ Umbrellas

Peccato che neppure lui possa far molto di fronte a condizioni climatiche particolarmente avverse: ecco che quindi basta la classica giornata sopra descritta per vedere i “raggi” di cui è composto piegarsi e contorcersi senza pietà, con l’unica soluzione se non quella di gettare il nostro fidato ombrello, oramai ridotto ad un accumulo di sterili fili metallici.
Non dimentichiamoci inoltre anche il grado di copertura che i classici ombrelli riescono ad offrire: sebbene garantiscano protezione su tutta la nuca, spesso la presenza di vento può dirigere la pioggia in direzione obliqua e annullare quindi in parte la loro funzione protettiva.

Vi sono voluti più di 2.000 anni, ma finalmente qualcuno è riuscito nell’impossibile: unire tecnologia e design, scienza e arte nella creazione di un’unico, grande connubio: SENZ Umbrellas.

SENZ Brand

Il tono ironico (voluto) termina qua, ma in effetti la domanda sorge spontanea: perchè non pensarci prima? Lode quindi ai suoi creatori tedeschi, che come spiegano nella loro History page, erano giustamente stufi di veder volare e distruggersi tanti ombrelli inutilmente.

SENZ Umbrellas

Sfruttando quindi una forma del tutto modificata ed aerodinamica, con un particolare allugamento posteriore e l’utilizzo di materiali altamente resistenti, non solo assicurano all’ombrello la capacità di resistere fino ad una intensità di vento elevatissima (Forza 10, increduli?), ma di non passare neppure inosservati.

Lo stile di SENZ Umbrellas (disponibile in due versioni, Original e Mini), grazie alle scelte progettuali e all’adozione di materiali di qualità, ha permesso di ottenere un’oggetto d’indubbio gusto estetico.
Il prodotto è stato talmente apprezzato dal pubblico che, a fronte del prezzo non certo popolare (50 € per la versione original) la SENZ è riuscita a vendere nel giro di brevissimo tempo tutto lo stock iniziale di 10.000 pezzi.

Chissà come ameranno le soleggiate e limpide giornate primaverili i signori della SENZ😉