E’ incredibile come la tecnologia digitale, piegata al talento e alla visione dei suoi artisti creatori, possa manipolare e trasformare in affascinante qualsiasi elemento, anche intangibile e per molti (me compreso) disgustoso, come il fumo.

Smoke

Onore e gloria quindi a Mehmet Ozgur: dobbiamo infatti a questo artista la possibilità di ammirare queste rare quanto inusuali bellezze incorporee, create dallo stesso Ozugur a partire da incensi (il cui fascio di fumo è facilmente modificabile) per poi, dallo scatto iniziale, procedere con il vero lavoro d’autore, quello davanti ad un software d’elaborazione digitale.

Smoke sample

Oltre a figure astratte, monocromatiche o con l’aggiunta di tenui colori, è suberbo notare come l’artista si sia impegnato per rielaborare e trasportare in forma “fumogena” ritratti e sequenze riconoscobili nella realtà.

Vi invito a questo proposito a visitare, oltre agli appena citati “smoke work“, anche la sua intera collezione, lo merita veramente.

Inoltre, visto che siamo in tema, non dimentichiamocelo mai… “Tobacco: Deadly in any form or disguise.”