Abituati fin da sempre ad immaginarci i testi poetici impressi su una rugosa carta stampata, sorprende con piacere l’idea del poeta nonchè artista Jeff Crandall di trasferire questa sua innata passione in un atipico supporto materiale: il vetro di sinuose bottiglie colorate.

Poesia bottiglia

Sfruttando lo stereotipo del poeta-alcolizzato, il multicentrico artista è riuscito con ironia a proiettare la sua vena creativa in pochi versi d’effetto, giocando sul (probabile) contenuto alcolico presente nelle bottiglie ed ai suoi elevati, veniali e distruttivi side-effect.

LUCKCONTAINS PROSPERITY, GOOD FORTUNE CHANCES & A HIGH PROBABLILITY OF SUCCESS

Oltre ad usi puramente individuali, è interessante far notare come questa semplice ma deliziosa idea possa essere utilizzata a fini di spietato marketing: unire versi efficaci stampati su un prodotto dal design gradevole ed utilizzato da tutte le fasce generazionali (ora molto in voga dai giovani, vedi il rito dell’aperitivo), può rappresentare una prospettiva di successo dalla facile ed economica applicazione.

Chissà se in futuro le prossime generazioni studieranno Pascoli e Pirandello direttamente dalle bottiglie…🙂